Luci sui Forti

86_eroica_boulevard_2014_locandinaEsordio positivo, venerdì sera, per la seconda parte della rassegna “Luci Sui Forti 2014″ ambientata, dopo il forzato stop dello scorso anno, nel Parco di Villetta Dinegro, appena restaurata.

Si era partiti il 26 giugno con lo spettacolo ” Sogno di una notte di mezza estate” tratto dalla commedia di W. Shakespeare e messo in scena dagli attori della scuola di recitazione “La Quinta Praticabile”.

Venerdì invece il debutto era per ” Eroica Boulevard” della Compagnia “Gli amici di Jachy” ormai una costante di questa interessante rassegna arrivata al 26° anno, e che nell’ultima edizione, quella del 2012, ebbe come cornice la Lanterna.

Questa piéce teatrale ha la stessa struttura alla quale il teatro all’aperto di Paolo Pignero, il regista, ci ha ormai abituati: pubblico suddiviso in gruppi, spettacolo itinerante, un attore – Cicerone che accompagna attraverso la location, interpretando un personaggio e contemporaneamente fungendo da anello di raccordo fra il pubblico e la rappresentazione.

Il periodo che la sceneggiatura di Anna Maria Sdraffa e Giulia Bruzzone rievoca è quello dei primi anni del ‘900, dai toni tragici della Grande Guerra, di cui ricorre il centenario, e della Rivoluzione Russa, all’allegria dei café chantant, ed al fermento creativo ed intellettuale delle donne e degli uomini che resero quegli anni un’epoca davvero eroica.

In dodici “quadri” inseriti fra panchine, alberi secolari e cascate del Parco, mentre la vista spazia sui tetti della Genova più antica, quella dei vicoli, prende vita un frammento di storia, ora brillante ora tragica, che ha influenzato in maniera totale tutto ciò che è arrivato dopo, dalla musica alla scienza, dall’arte ai diritti umani.
Facendo attenzione a non risultare troppo cupo, e nello stesso tempo senza far mai dimenticare il filo conduttore di una guerra che si annunciava o stava ancora contando le sue vittime, lo spettacolo si snoda senza intoppi e con punte di autentica commozione, comicità e momenti suggestivi.

Gli attori della Compagnia sanno interpretare con la bravura e l’esperienza che ormai il pubblico conosce ed apprezza scene che vanno da “Midnight in Paris” a “Niente di nuovo sul fronte occidentale” e nonostante Mondiali e clima incerto le prime due serate sono state seguite da un pubblico attento e numeroso.
Suggestive e degne di nota anche le coreografie di Paola Grazzi, con le ballerine abili a trasformarsi da soubrette del Moulin Rouge a danzatrici coperte da un saio: riproponendo in questo modo anche i conflitti morali di un’epoca molto meno remota di quanto possa sembrare.

Repliche il 6-8-9-10 luglio ore 21.

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>